Login
» 2009 - Nel bel mezzo di un gelido inverno
Spettacoli > Palco > 2009 - Nel bel mezzo di un gelido inverno

 

2009

con:

Domenico Baldini (Henry), Carlo Damasio (Joe), Bruno Demartini (Vernon), Roberta De Donatis (Molly), Francesco M. Giacobbe (Terry), Lidia Giannuzzi (Fadge), Luca Piccione (Willy), Martina Pittaluga (Nina), Elisabetta Rovetta (Margy), Matteo Travagli (Tom).

Regia di Lidia Giannuzzi

Scene e costumi Lidia Giannuzzi e Gruppo Tuono

Luci Andrea Torazza

Grazie a Eugenio Damasio (Tim), Anna Parodi (Nancy), Marzia Moros (Nancy), Elisabetta Bondi (Mamma di Willy), Federio Racalbuto (Morris), Paolo Mereu (Fred)


Joe Arper, attore trentaseienne, disoccupato ormai da un anno, sull'orlo di un esaurimento nervoso, decide di mettere in scena un‘edizione dell’Amleto che spera possa dare una svolta decisiva alla sua vita ed alla sua carriera. Margaretta D'Arci, sua agente ed amica, si lascia convincere a finanziare la produzione (a scopo terapeutico) pur continuando a cercare per Joe una scrittura più importante e redditizia. Inizia così la ricerca degli attori tramite scoraggianti ed esilaranti provini, alla fine dei quali si compone la scalcinata compagnia. Il cast al completo si trova a Forte Sperone luogo prescelto per il debutto dello spettacolo. Qui lo scombinato gruppo incontra Molly Arper, sorella di Joe, che partecipa all'organizzazione dello spettacolo, i cui proventi serviranno in parte a salvare il Forte dalla chiusura. All'arrivo degli attori al Forte fa la sua apparizione Fadge, eccentrica ed indecisa scenografa che misura le probabilità di riuscita dello spettacolo dal turgore dei propri capezzoli. Qui comincia l'avventura: attraverso una prima serie di estenuanti prove che metterà a nudo la complessità dei caratteri, la difficoltà dell'impresa, il delinearsi dei rapporti e delle caratteristiche di ciascuno degli interpreti. Henry non accetta l'idea di una Regina interpretata da un omosessuale, Willy trascorre più tempo al Bar che in scena, Nina non fa che inciampare, Fadge non è in grado di prendere decisioni di alcun tipo, Tom non riesce a districarsi nella moltitudine dei ruoli che interpreta, Vernon punzecchia tutti senza tregua, Molly deve amministrare le scarse risorse della compagnia. Joe deve affrontare tutto questo e lentamente intravede il concludersi della giornata come presagio di una clamorosa sconfitta. Poi accade il miracolo, come per incanto tutto comincia a funzionare: i personaggi prendono vita. Ci si avvia al debutto con entusiasmo e fiducia quando arriva la notizia di un importante lavoro che obbliga Joe a lasciare la compagnia la sera stessa del debutto. La compagnia decide di andare in scena ugualmente, ma il teatro riserva sempre delle sorprese… .